Ricette con la bresaola: scopri i piatti della Valtellina

 

bresaola della Valtellina
la bresaola si gusta da sola accompagnata da pane di segale

Le ricette con la bresaola sono il piatto femminile per eccellenza. Magre, leggere, saporite, nutrizionalmente equilibrate. La bresaola è prodotta in Valtellina ancora come una volta, secondo un disciplinare che ne garantisce la qualità, certificato dal marchio IGP (identificazione geografica protetta) da un consorzio di 14 produttori.

Come si produce la bresaola

“Per fare la bresaola si utilizzano solo i migliori tagli del bovino adulto, come la punta d’anca” spiega il presidente del consorzio Mario della Porta. Il salume viene poi aromatizzato con un mix di sale e spezie e lasciato stagionare da 4 a 8 settimane per potere essere gustato al meglio. Il segreto di tanta bontà: l’esperienza dei produttori e l’aria dei monti della Valtellina.

Assaggia le ricette con la bresaola

In provincia di Sondrio, la bresaola si gusta “santa” accompagnata solo da pane di segale fatto in casa. Vietato il limone che la ossida e copre la delicatezza del sapore. Ma ci sono accostamenti molto più intriganti per portarla in tavola: con fettine di avocado o albicocche, basta che non siano troppo dolci, carpaccio di finocchi e fettine di fungo crudo o di mela.

I nuovi accostamenti con la bresaola

un crostino di polenta con bito e bresaola

Prova le ricette con la bresaola anche su un crostino di polenta con una spuma di formaggio Bitto, altra eccellenza valtellinese, su una bruschetta con del morbido scimudin (il formaggio fresco e delicato della zona) o in un cestino di grana con fettine di casera e qualche foglia di songino www.ctcb.it 

cestino di grana e bresaola

cestino di grana e bresaola

 

Prepara i pizzoccheri

L’ideale è servire la bresaola come entré a un piatto di pizzoccheri realizzati secondo l’antica ricetta dell’Accademia del pizzocchero di Teglio (So), www.accademiadelpizzocchero.it uno dei piatti più tradizionali della cucina valtellinese.

 

Prova la ricetta

 

i pizzoccheri della Valtellina con verza e patate
i pizzoccheri della Valtellina con verza e patate

 

La ricetta? E’ semplicissima. Ti servono:

• 400 g di farina di grano saraceno

•100 di farina farina bianca,

• sale

• 250 dl di acqua.

Su un piano infarinato prepara la fontana e versa piano l’acqua. Inizia ad impastare delicatamente gli ingredienti fino a formare una palla.

Tira la pasta

Ora è il momento più delicato: tira la pasta col matterello a 2 cm di spessore. Poi taglia delle fasce larghe 7-8 cm e, infarinandole nuovamente, sovrapponile tra di loro. Il lavoro è praticamente finito: taglia delle strisce spesse 2 cm e i tuoi pizzoccheri sono pronti.

Porta i pizzoccheri in tavola

Ti basta farli bollire in una pentola di acqua salata per pochi minuti e condirli a strati in una teglia con patate, verze e burro di alpeggio. Se non è stagione, le verze puoi sostituirle con fagiolini, biete, spinaci o altre verdure a foglia verde.

Abbina il vino

Le ricette con la bresaola e i pizzoccheri sono golosità assoluta, perfetta per un weekend invernale per una cena con gli amici. E come vino? Niente rosso, soprattutto se strutturato e tannico che prevaricherebbe le spezie e i profumi di questo salume. Sarà strano ma le ricette con la bresaola sono da accompagnare con un calice di prosecco o un bianco secco, come un nebbiolo bianco. Tutt’al più è concesso un vino di valle, leggero, non particolarmente profumato. Vuoi provare altre ricette? Vai su www.consorziodellavaltellina.it