La fidanzata di Vincent Cassel: «Amo da sempre i più maturi»

La fidanzata di Vincent Cassel, Tina Kunakey, ha 30 anni più di lui. Ma ha sempre avuto un debole per gli uomini più vecchi. Ora la vita da modella non le basta più: sta pensando anche al cinema. Fino a qualche mese fa era un’illustre sconosciuta, ora tutti i brand la inseguono e le fanno firmare contratti stratosferici.

 

La incontro a Milano un venerdì pomeriggio. Al festival di Cannes nel red carpet ha esibito una scollatura vertiginosa ed è stata una delle più fotografate. Sexy, provocante, è un magico mix di teenager e femme fatale.

Vincent Cassel, 50 anni, e la fidanzata, 20
Vincent Cassel, 50 anni, e la fidanzata, 20

La fidanzata di Vincent Cassel ha smesso di postare sui social foto intime con lui, e preferisce pubblicare immagini del fratello o della mamma.  «Non risponde alle domande sulla sua relazione con Cassel», mi avverte la sua agente. Forse Vincent le ha chiesto di censurare il loro amore per proteggere i figli che ha avuto da Monica Bellucci, Deva e Léonie. Il loro amore è scoppiato l’estate scorsa, a Ibiza. Si dice che lei non lo avesse riconosciuto, anzi non sapesse chi fosse. Ora Tina viaggia con lui senza sosta: Cuba, Messico, Brasile, dove l’attore risiede una parte dell’anno, e Parigi.

LA CELEBRITA’ IMPROVVISA

Tina e l'abito che ha indossato nel red carpet di Cannes
Tina e l’abito che ha indossato nel red carpet di Cannes

Fino all’anno scorso il cinema non la interessava. Adesso lo ama?

«La mia fortuna è avere 20 anni e voglia di scoprire. Oggi esprimo me stessa nella moda, ma spero che la vita mi consenta di provare anche altre cose. E mi chiedo: “Perché non provare a fare l’attrice?”».

È diventata celebre rapidamente, da un giorno all’altro. In sei mesi la sua vita si è rivoluzionata. La fama è un peso?

«Sono molto giovane, con poca esperienza. So che se voglio raccogliere ciò che c’è di positivo in questa fase di vita, devo anche imparare ad accettare gli inconvenienti».

Ha solo 20 anni. Ha già qualche rimorso?

«Aver abbandonato la mia carriera sportiva. Se non l’avessi fatto, però, adesso non sarei qui. Avrei voluto continuare la mia vita di campionessa di nuoto. Era il mio sogno. Entravo in piscina due volte il giorno: la mia specialità era lo stile libero. Poi ho avuto un infortunio alla spalla perché mi allenavo troppo».

Tina Kunakey in barca a vela in Brasile
Tina Kunakey in barca a vela in Brasile

UN’ADOLESCENZA TURBOLENTA

Dal nuoto alla moda: è stato un salto facile?

«No. Ho iniziato a fare la modella un po’ per gioco a 8 anni per alcuni brand sportivi di Biarritz, dove sono cresciuta. I miei genitori però non volevano, avevano paura. Ho inziato a farlo seriamente quando mi sono trasferita a Madrid a 15 anni. Stavo con un ragazzo francese più vecchio di me, che lavorava a Madrid. Mi sono trasferita da lui per amore».

Ha sempre avuto un debole per gli uomini più vecchi. È scappata di casa o ha avuto il consenso della sua famiglia?

«I miei genitori mi hanno dato fiducia: sono andata in Spagna perché ho promesso di continuare a studiare al liceo francese. Quello è stato il momento in cui ho scoperto la libertà ma quando tornavo dalle lezioni, a 15 anni, mi facevo da mangiare da sola, non ero come i miei compagni che trovavano tutto pronto a casa. Ero indipendente, responsabile e ho iniziato a lavorare seriamente come modella e guadagnare qualcosa».

Quando è finita la sua storia d’amore a Madrid, che cosa è successo?

«Sono andata a Londra. All’inizio non è facile la vita da modella: lì non conoscevo nessuno, non avevo amici. Si costruisce tutto piano piano».

Adesso, che è la compagna di Vincent Cassel, è diventata una delle donne più invidiate. Lo sa che è uno degli uomini più desiderati del mondo?

(Ride, ma non commenta).

LA SUA FAMIGLIA

Ci parla un po’ della sua famiglia?

«Ho una sorella di 27 anni che vive a Barcellona e lavora nella moda e un fratello di 17 che vive con i miei a Biarritz: ha smesso di andare a scuola e fa boxe e krav maga. Vorrebbe diventare un professionista degli sport di combattimento, ma io preferirei che facesse il modello: è bellissimo. Papà, che ha origini togolesi, lavora nel settore commerciale di un’azienda, mia mamma, origini italiane, fa la parrucchiera».

 

La fidanzata di Vincent Cassel, con il fratello
La fidanzata di Vincent Cassel, con il fratello

I suoi capelli afro, le piacciono?

«Da piccola li detestavo, piangevo e dicevo alla mamma: “Li voglio come le mie amiche, lisci”. Con gli anni ho imparato ad accettarli, anche se mi piace stirarli: peccato che per farlo ci metta un’ora».